IL TRIPTOFANO

IL TRIPTOFANO

 

Il triptofano è uno degli aminoacidi essenziali in quanto il nostro organismo non è in grado di sintetizzarlo e, per questo motivo, è necessario assumerlo attraverso i cibi e quindi con un’alimentazione sana ed equilibrata. È poco polare. Il suo isolamento risale al 1901 ad opera di Hopkins, attraverso l’idrolisi della caseina.

Come tutti gli aminoacidi partecipa alla costruzione delle proteine, inoltre interviene in molte reazioni chimiche importanti. Il triptofano è il precursore della serotonina (neurotrasmettitore eccitatorio, detto anche ormone del buon umore), della melatonina coinvolta nella regolazione dei ritmi di sonno-veglia, della niacina coinvolta nei metabolismi cellulari che convertono i macronutrimenti in energia, e della Vitamina B6.

 

DOSAGGI CONSIGLIATI ED INTEGRATORI

Inizialmente venne messo sul mercato come semplice integratore alimentate, poi per molti soggetti si rivelò come ottimo rimedio per favorire il sonno, grazie appunto alla sua capacità di alzare i livelli di serotonina nel cervello, sostanza conosciuta per le proprietà calmanti, e della melatonina uno pseudo-ormone prodotto in risposta a condizioni di scarsa luce o di buio che consente di regolare i ritmi circadiani e la sensazione di appetito.

La sua notorietà nel mondo degli integratori e soprattutto del fitness e bodybuilding è dovuta principalmente al suo ruolo nella sintesi proteica della serotonina.

Per quanto riguarda gli altri benefici in ambito sportivo, sembra che sia prevalentemente efficace negli sport di resistenza aerobica da imputare alla capacità di migliorare la tolleranza al dolore, e negli sport di precisione e concentrazione grazie alla capacità di ottimizzare i livelli di attenzione.

I dosaggi consigliati sono di 300-1000mg al giorno.

 

TRIPTOFANO NELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE: CIBI RICCHI

Nella nostra alimentazione lo troviamo in numerosi alimenti, in alcuni di essi anche in dosi abbondanti come per esempio nel cioccolato, nell’avena, nelle banane, nei datteri, nelle arachidi, nei semi di soia e di sesamo, e nell’alga spirulina. E’ presente poi, in quantità più ridotte, nei finocchi, nelle banane, nel latte e nei latticini, nella carne e nel pesce, nelle uova.

È evidente come un’alimentazione varia ed equilibrata ci copra tranquillamente il fabbisogno giornaliero senza dover ricorrere ad integratori, se non in casi particolari e sotto controllo del medico.

 

Contattaci e penseremo a tutte le valutazioni del caso in base ai tuoi obiettivi.

TI AIUTEREMO A DIVENTARE LA VERSIONE MIGLIORE DI TE!


Categoria: Alimentazione equilibrata, Integratori alimentari

Commenti: Nessun commento

Per poter commentare è necessario accedere al portale.

Log-in